SIA.Fe

Sistema Informativo Archivistico Ferrarese

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:

 

salta il menu di servizio e vai al motore di ricerca
 

salta il motore di ricerca e vai al menu di sezione
Comune di Ferrara
 

salta i contenuti e vai al login
2014/2015
Le carte dell'impresario
Vita musicale dell'Ottocento ferrarese: la scuola all'Opera in archivio






Avvicinare bambini e ragazzi all'Opera Lirica passando per un archivio storico. Potrebbe sembrare un percorso complicato, ma è in questo modo che il Teatro Comunale Claudio Abbado e la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara stanno per portare pubblico giovanissimo alla Stagione lirica. “Le Carte dell'Impresario. Scuola all'Opera in Archivio” è il nome del progetto che ha coinvolto quattro classi elementari e due medie dell'Istituto Comprensivo Alda Costa, assieme a due quarte del Liceo Sociale Carducci. Guidati dalle archiviste e bibliotecarie Beatrice Morsiani, Corinna Mezzetti e Angela Poli, i ragazzi hanno consultato decine di documenti d'epoca, appassionandosi alla storia della città, mentre studiavano quella del suo teatro: borderò di incasso, spesato serale, lettere circolari ai palchisti, rapporti di polizia ai coristi, lettere di orchestrali, carteggi con agenti teatrali, locandine, manifesti e ritratti d'epoca. Gli studenti hanno avuto la possibilità di capire la società del primo Ottocento partendo dai nomi delle famiglie che possedevano un palco al Comunale e facendo riferimento al censimento ordinato nel 1812 da Napoleone; o di vedere da vicino la lista delle spese e scoprire parole di professioni tramontate da più di un secolo come il fiacherista (conduttore di carrozze) o il bollettinaro (addetto al botteghino). Documenti d'archivio per niente noiosi, anzi fonte a volte di aneddoti divertenti come una lettera professori d'orchestra contro un collega violoncellista troppo galante con le donne, benché ammogliato; o un vestito da prima donna che scompare dai bauli dell'Impresario, durante il trasloco de “Il Turco in Italia” di Rossini dal Teatro Comunale di Ferrara a quello di Bagnacavallo.

Tanti archivisti in erba, dunque, ma anche altrettanti nuovi spettatori, che assisteranno con i loro insegnanti e molti genitori al seguito alle recite de “Il Turco in Italia” di Rossini, in scena venerdì 6 e domenica 8 febbraio al Teatro Comunale, per continuare con “La Sonnambula” di Bellini (20 e 22 marzo) e “Falstaff” di Verdi (11 e 12 aprile).

(dal Comunicato stampa del Teatro Comunale, febbraio 2015)
 
torna al sommario


ultima modifica: 07-04-2015
torna al sommario

codice XHTML 1.0 valido!codice XHTML 1.0 valido! icona livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

Città di Ferrara