SIA.Fe

Sistema Informativo Archivistico Ferrarese

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:

 

salta il menu di servizio e vai al motore di ricerca
 

salta il motore di ricerca e vai al menu di sezione
Comune di Ferrara
 

salta i contenuti e vai al login
Ultimi arrivi in archivio
L'Archivio Storico Comunale di Ferrara, trasferito in via Giuoco del pallone nel 2006, si è arricchito negli ultimi anni di nuovi fondi, acquisiti o depositati presso i locali dell'Istituto.


Archivio della Camera del lavoro territoriale di Ferrara
Unità archivistiche 1290 (ml 64).

L'Archivio storico della Camera del lavoro territoriale di Ferrara raccoglie la documentazione prodotta dall'organizzazione sindacale nella gestione, assistenza e tutela dei diritti dei lavoratori del territorio provinciale. La documentazione si riferisce principalmente all'attività svolta dal sindacato tra gli anni '70 e '90; manca la documentazione dei primi due decenni di vita dell’organizzazione, dall’insediamento dopo la II guerra mondiale nell’ex Casa del Fascio di viale Cavour al trasferimento nel 1965 presso l’attuale sede di piazza Verdi.
L’archivio è costituito dal fondo della Camera del lavoro territoriale di Ferrara, già Camera confederale del lavoro, articolato nelle seguenti serie: Congressi, Convegni, conferenze, assemblee e seminari, Atti di Segreteria, Atti dei componenti della Segreteria, Documentazione tematica, Amministrazione e bilanci, Organizzazione e tesseramento, Studi e ricerche, Analisi economico-patrimoniale aziende nel ferrarese, Corsi, Attività legale, Contratti collettivi nazionali, Contrattazione aziendale e Tabelle salariali e dati occupazionali.
L’archivio contiene inoltre documentazione articolata in subfondi afferente ad alcune delle Federazioni di categoria operanti nel territorio: Federbraccianti, Federazione Italiana Lavoratori Zucchero Industrie Alimentari e Tabacco, Federazione Lavoratori dell'Agro-Industria, Federazione Italiana Lavoratori Chimici e affini, Federazione italiana lavoratori tessili e abbigliamento, Sindacato Nazionale Scuola, Federazione Impiegati Operai Metallurgici, Federazione Nazionale Lavoratori Energia, Sindacato Pensionati Italiani e Federazione italiana lavoratori poligrafici e cartai.
Si conserva, infine, un ricco Archivio fotografico contenente materiale relativo a congressi, convegni, manifestazioni e scioperi.

L’archivio era stato affidato nel 1991 all'Istituto di Storia contemporanea di Ferrara, dove fu oggetto di un primo sommario riordino a cura di Alessandra Di Giovanni, che terminò l’intervento nel 2001 con la redazione di un inventario sommario.
Nel 2008, con convenzione stipulata già nel 2007, l'Archivio storico della CGIL di Ferrara è stato depositato presso l'Archivio storico comunale di Ferrara, in via Gioco del Pallone. L’intervento di riordino e inventariazione, promosso dall'Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, è stato affidato alla Coop. Le pagine nel 2011 e si è concluso nel 2016 con la pubblicazione dell’inventario, realizzato a cura di Anna Casotto, Davide Chieregatti e Luca Zen.
L'inventario è pubblicato e liberamente consultabile nel portale regionale IBC Archivi, voce di menu Inventari on line.
Inventario on-line » Archivio della Camera del lavoro territoriale di Ferrara



Archivio Michelangelo Antonioni
46200 pezzi (buste, registri, mazzi, etc.), 139 ml.

Il fondo comprende l'archivio culturale del regista Michelangelo Antonioni, acquistato dal Comune di Ferrara nel 1996: affidato alle Gallerie d'arte moderna e contemporanea, è depositato presso l’Archivio Storico Comunale dal 2013.
L'archivio è articolato in diverse sezioni: fotografie di scena, corrispondenza e documentazione varia (fra cui sceneggiature), raccolta di cartoline fotografiche, dischi musicali e biblioteca.



Archivio Ravenna Tumiati
Buste 428 (ml 63).

L’archivio Ravenna Tumiati è stato depositato nel 2015 presso la sede dell’Archivio Storico Comunale di Ferrara per volontà del dott. Daniele Ravenna.
Il complesso archivistico, cui la Soprintendenza archivistica per l’Emilia Romagna ha assegnato la dichiarazione di interesse storico nel 2014, comprende i nuclei di documenti della famiglia Ravenna e della famiglia Tumiati Ferraresi.
La documentazione della famiglia Ravenna, relativa in particolare a Renzo Ravenna (1893-1961) e al figlio Paolo (1926-2012), si articola in alcune sezioni:
- le carte afferenti a Renzo Ravenna: l’archivio personale, l’”archivio particolare” con la corrispondenza degli anni in carica come podestà di Ferrara (1926-1938) e le pratiche prodotte durante l’attività nello studio legale Renzo Ravenna, operante tra 1919 e 1961 (con documenti dal 1873 al 1971)
- le carte relative a Paolo Ravenna: l’archivio personale, in cui l’avvocato aveva individuato le sezioni “Ebraica”, “MEF” (Museo dell’ebraismo di Ferrara), “Massari” (con documentazione relativa alla famiglia ferrarese) e “Italia nostra”; l’archivio dello studio legale Paolo Ravenna (1945-2005, con pratiche fino al 2009); la documentazione relativa alla sezione ferrarese di Italia Nostra, di cui Paolo Ravenna fu presidente dal 1978 al 2003; l’archivio fotografico raccolto da Paolo Ravenna, con particolare attenzione al progetto di restauro delle Mura di Ferrrara.
Il nucleo della famiglia Tumiati Ferraresi comprende le carte di famiglia e le pratiche prodotte dallo studio legale dell’avvocato Leopoldo Tumiati (1879-1965), attivo tra 1904 e 1956.



Archivio Giglioli
Unità archivistiche 410 circa (ml 48).

L’archivio di casa Giglioli, conservato nel palazzo di famiglia in via Savonarola 29 a Ferrara, è stato acquisito dall’Istituto di studi rinascimentali nel 1988 per volontà delle ultime eredi e quindi depositato nell’Archivio Storico Comunale di via Giuoco del pallone nel gennaio 2017.
Le carte coprono circa sei secoli di storia ferrarese, dalla fine del XIV secolo alla metà del Novecento. Arturo Giglioli, ultimo discendente in linea diretta della famiglia, muore nel 1948: titolo e nome erano stati ereditati dal nipote Ermanno, figlio di Teresa Giglioli e Filippo Maffei, che era premorto al nonno nel 1944, causando l’estinzione del ramo ferrarese del casato.
Il fondo si compone di diversi nuclei di documentazione, articolati in otto sezioni, corrispondenti alle diverse famiglie legate nel tempo alla casa Giglioli: la sezione più corposa è intitolata appunto alla famiglia Giglioli, cui si affiancano i nuclei relativi ai Saracco Riminaldi, Cicognara, Lucchesini, Masi, De Zigno e Marchioni. Completa il quadro una sezione di “Varie”, secondo l’ordinamento assegnato alle carte dai molti interventi di membri della famiglia, l’ultimo dei quali si deve a Teresa Giglioli Maffei, figlia di Arturo.
L'inventario dell'archivio è stato realizzato a cura di Angela Ghinato nel 2001 (L'archivio di Casa Giglioli, a cura di Angela Ghinato e prefazione di Gianni Venturi, Ferrara, Istituto di Studi Rinascimentali, 2001).



 
torna al sommario


ultima modifica: 24-08-2017
torna al sommario

codice XHTML 1.0 valido!codice XHTML 1.0 valido! icona livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

Città di Ferrara